I Fratelli Dell’Agata tra Duff e Joplin

Oggi vorrei porre alla vostra attenzione, due fratelli, due Locali, un pensiero unico.
Vorrei parlarvi dello Scott Duff e dello Scott Joplin e dei fratelli Dell’Agata, Raffaello e Giulio, Abruzzesi Doc.

In nome della verità, la mia conoscenza è maggiormente indirizzata verso lo Scott Duff e Raffaello che conosco personalmente e dove il più delle volte mi ritrovo con gli amici per degustare una Ottima Birra e del cibo sempre curato e di ottima fattura nonostante uno spazio davvero piccolo per prepararlo, anche se lo Scott Joplin sarebbe più vicino a dove abito e dove mi è capitato di passare due ottime serate anche di recente.

Se cercate un locale dove venir coccolati con parole senza concetti, se cercate un locale dove bervi una “immorale” piccola, se cercate una Birra senza Sapore e Odore il Duff e il Joplin non fanno per voi.

Se volete sostanza, se volete conoscenza, se volete una Birra Artigianale Italiana o Straniera, se volete essere sicuri di bere qualcosa di cui parlare con gli amici, attivate Google Map e inserite le coordinate:

Scott joplin
Scott Joplin Pub
Via Val Di Ledro 11
Milano
Dispone di 9 Spine
 scott duff 6
Scott Duff Pub
Via Alessandro Volta, 13
Milano
Dispone di 13 spine

Il Boom della Birra Artigianale negli ultimi anni ha fatto in modo che i consumatori iniziassero un percorso di crescita della propria coscienza e li portasse sempre più a cercare locali dove gli venisse proposta un offerta variegata con la possibilità di degustare Birre fino a qualche tempo prima impensabili e sconosciute. Ci sono Locali che investono sulla copertina e locali come i due fin’ora citati, sulle pagine interne, sui particolari, parlano per loro gli eventi con i migliori Birrifici italiani ed Esteri, le serate in allegra ricerca del proprio gusto con la ricerca della conoscenza del prodotto, di chi lo produce, di chi lo distribuisce e sopratutto di chi lo consuma.

Bere una Birra è facile, cercare di capirla è molto più complicato e ti semplifica molto sapere che quando la Pinta una volta spillata ti si avvicina al palato, dentro troverai anche una spiegazione, quali malti e quali luppoli, dove viene prodotta, i sentori e le sensazioni.

La prima volta che sentii lo Scott Duff Pub fu circa 3 anni fa, fu un collega a invitarmi.

Mi diceva: “Font, vieni allo Scott, c’è sempre Birra Interessante, è diverso dagli altri”. Era vero anche se ancora non lo sapevo perchè sarebbe passato quasi un altro anno prima di metterci piede.

Purtroppo le mie serate non sono più quelle di quando ero ragazzo, il tempo è sempre tiranno quando devi destreggiarti tra il lavoro e la famiglia e ti rimane molto poco da dedicare alle proprie passioni. Una sera ci andai con dei nuovi amici (Stefano, pisu, Angelo, Nik, Marco, Luca) e poi ancora una volta e ancora e ancora, e non ho mai bevuto la stessa Birra 2 volte, ho sempre trovato una scelta, ho sempre trovato la possibilità di decidere e pensare a cosa bere senza lasciarsi andare a incomprensibili ordinazioni come “una Bionda chiara” o una “Rossa non troppo Amara”.

La fortuna del momento, dove c’è una scelta quasi infinita di prodotti, non va sprecata e Raffaello e Giulio, questo lo sanno e hanno scientemente deciso di affrontare il mercato con le loro idee. Ben vengano Publican di questo tipo.

scott duff 3

————————————— ——————————————–

Lascio la parola a Stefano Negrinelli, amico, homebrewer, conoscitore della natura umana, unico, grande, inimitabile e alla sua esperienza in merito.

La mia esperienza con i fratelli Dell’Agata nasce tanti anni fa’, ma é solo negli ultimi 5 che il legame é diventato saldo.

Ricordo che il primo contatto fú in realta’  allo Scott Joplin dove ancora veniva servito lo stinco alla birra me che purtroppo per motivi di mercato non viene piú proposto nel menu;  giá da allora vedevo del potenziale in quel locale lontano dalle solite rotte commerciali e che mi stupí positivamente.

Anni dopo complice una degustazione cominciai a frequentare lo Scott Duff , non fú amore a prima vista e probabilmente questo mi diede modo di apprezzarlo piano piano e toccare con mano ogni significativo cambiamento e sfumatura.

La cosa che piú apprezzo di entrambi i locali é l’abilitá di riuscire a conciliare e soddisfare persone spesso agli antipodi cosa tutt’altro che facile quando si ha a che fare con dei nerd come il sottoscritto , non solo dal punto di vista delle birre o del cibo, ma anche per il clima conviviale che esalta il rapporto umano ed apre la possibilitá di confronti  risate e nuove conoscenze.

Due fratelli e due locali, simili ma molto diversi  ma entrambi aperti a critiche e nuove idee , che fanno i compitini a casa e danno modo di trovare sempre delle novitá o qualcosa di sfizioso, la noia qui non é di casa.

Sopratutto la cosa che ha dato piú soddisfazione sono i risultati sul lungo tempo , tanti locali, spesso meteore che con grandi investimenti e squilli di tromba son stati presto dimenticati, nonostante le difficoltá.

Ad esempio lo Scott Duff in posizione centralissima ha una concorrenza spietata , lo Scott Joplin  quasi nascosto invece in cui pochi credevano, entrambi peró dati alla mano sono qui .

Margini di miglioramente ovviamente ce ne sono, dopotutto la perfezione non esiste, eppure siamo qui, un motivo ci sara’.

                               ————————————— ——————————————–
In conclusione, per chi volesse conoscere più a fondo Raffaello e la sua idea di servizio al consumatore può liberamente accedere al seguente link Intervista a Raffaello. Intervista rilasciata nel 2015 per il “Giornale della Birra”.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...