Finalmente una Legge, ma …..

Alla fine la definizione di “birra artigianale” approvata dalla Camera dei Deputati rischia di fare più danni che benefici ad un settore che negli ultimi anni ha visto un’importante crescita e necessitava una regolamentazione.

da http://www.lultimaribattuta.it/

“Si definisce birra artigianale la birra prodotta da piccoli birrifici indipendenti e non sottoposta, durante la fase di produzione, a processi di pastorizzazione e microfiltrazione. Ai fini del presente comma si intende per piccolo birrificio indipendente un birrificio che sia legalmente ed economicamente indipendente da qualsiasi altro birrificio, che utilizzi impianti fisicamente distinti da quelli di qualsiasi altro birrificio, che non operi sotto licenza e la cui produzione annua non superi i 200.000 ettolitri, includendo in questo quantitativo le quantità di prodotto per conto terzi”, questo è il testo approvato, contenuto in un emendamento del relatore Nicodemo Oliverio, che ha portato alla modifica della storica legge del 1962.

Non tutto il mondo della birra artigianale, però, è rimasto soddisfatto. L’amaro in bocca è molto, a partire dalla quantificazione in 200.000 ettolitri, davvero alta, che rischia di snaturare l’artigianalità di un prodotto attualmente molto apprezzato in tutto il mondo. Il rischio, quindi, è che anche birrifici industriali, con qualche stratagemma, si riparino sotto l’ombrello della definizione appena approvata.

Un altro aspetto non toccato nella definizione è la mancata riduzione delle accise: l’imposta, infatti, grava pesantemente sulle numerose imprese che in Italia rappresentano uno dei pochi settori in crescita nel periodo di crisi. Come abbiamo visto, infatti, in un anno l’accise può rappresentare la mancata assunzione part-time di un dipendente. Infine, nella definizione manca ogni riferimento al discusso fenomeno delle beer-firm, ovvero giovani birrai che decidono di produrre birra artigianale “appoggiandosi” agli impianti di microbirrifici.

Una definizione di “birra artigianale” era necessaria e la discussione in Parlamento di questo settore può apparire come un importante passo in avanti, ma forse era opportuno compierlo in un’altra maniera.

 

…… Aspettiamo di vedere cosa succede, teniamo monitorata la situazione.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...